In evidenza

Pubblicato il numero di marzo di RSPP:

Rassegna Stampa sulla Prevenzione e Protezione dai rischi e danni da lavoro.

Contiene:

- Regione Lombardia DDS 6298-2016 la consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) nella Valutazione del rischio Stress Lavoro correlato.

- Lista di controllo per il sovraccarico biomeccanico.

- Salute e stress: “Non lavorate più di 39 ore a settimana”, di Laura Naka Antonelli.

- L'editoriale è dedicato Responsabilità civili e penali del R.S.P.P.

Download
Ergonomia della manutenzione
su Ambiente & Sicurezza sul Lavoro, Febbraio 2017 - http://www.epc.it/rivisteonline/sommari/AMB/AMB02_17.pdf
di Paolo Gentile.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.2 MB

e molto altro. BUONA LETTURA.


Aggiornato l'archivio di RSPP oltre 1500 documenti su salute e sicurezza consultabili gratuitamente on line.

La lista dei documenti pubblicati è compilata su file excel, permettere una facile ricerca dei titoli, e collegamenti ai documenti pubblicati.

I documenti non più disponibili sul web possono essere richiesti all'indirizzo info@rs-ergonomia.com

(opzione riservata agli iscritti alla newsletter).

Inoltre nell'archivio vengono conservati tutti i numeri di RSPP consultabili in formato .pdf


 LETTO SU INTERNET, QUINDI E' VERO...Notizie false e inventate, campagne demenziali ... sta crescendo un allarme sociale verso i rischi presenti nel cyberspazio che pare orientato verso un solo obiettivo: aumentare i controlli in rete, introdurre sanzioni, ecc Per la verità non ci sarebbe bisogno di particolari norme poichè le leggi per colpire chi diffonde notizie false e allarmistiche o per contrastare campagne demenziali esistono già nel codice penale. Sarebbe necessaria una maggiore capacità d'investigazione e d'intervento degli organi di polizia per neutralizzare molte delle nefandezze che circolano in rete. Ciò che sconcerta invece è la totale mancanza di riflessione sul fatto che molti, troppi cittadini che frequentano la rete siano così indifesi culturalmente da bersi le panzane e le bufale che vengono loro propinate da certi siti che si sono specializzati a fare audience in questo modo.

Purtroppo le persone credono in quello che vogliono sentirsi raccontare e si bevono con disinvoltura panzane mostruose.Come si può contrastare questo inquietante inquinamento della rete costituito da

notizie fasulle, panzane e bufale, campagne che fomentano odio e violenza verso le persone diverse per genere, preferenze sessuali, religione o etnia ? ...In rete vi sono centinaia di siti di associazioni che invece svolgono un ruolo d'informazione corretta sui grandi temi della salute, dei diritti che vanno valorizzati e indicati come riferimenti affidabili...Infine vogliamo dire che vi è una responsabilità primaria dei cittadini ad informarsi con attenzione e cura , ad essere vigili nell'accedere alle fonti informative, ad apprendere a riconoscere le fonti affidabili da quelle tossiche. Questo compito non è delegabile a terzi, occorre che cresca una cultura dell'uso della rete più avveduto e colto che riduca il numero dei creduloni che si bevono le panzane perchè "l'ho letto su internet".

Estratto da newsletter diario prevenzione del 10 gennaio 2017.

 

Raccogliamo l'invito di Gino Rubini, e lo estendiamo a tutti gli operatori del settore ad attivarci per segnalare quei siti veicolo di informazioni false e non accurate.  Pubblichiamo nella pagina "Spazio consulenti" il link ad alcuni siti selezionati da RSPP che si occupano di ergonomia e sicurezza sul lavoro.

 


Download
RLSinFormazione
Pubblichiamo il n.0 della Newsletter on line su salute ambiente e sicurezza della FIM-Cisl Lombardia, che continueremo a seguire con interesse.
N.0.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.7 MB

Download
Il cambio di paradigma per integrare la sicurezza sul lavoro con Industry 4.0
L’amico Daniele Verdesca attraverso il suo blog danieleverdescablog.wordpress.com sta portando avanti una interessante discussione che implica aspetti di metodologie di intervento sull’ambiente di lavoro e di prospettive sociologiche dei modelli lavorativi. Il dibattito viene alimentato anche attraverso il blog di Muglia la furia muglialafuria.blogspot.it
Paolo Gentile.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.4 KB

Il Servizio Nazionale Studi e documentazione sull'ambiente di lavoro (SNS) Centro di ricerca, consulenza e formazione. Si occupa di:

- ergonomia,

- prevenzione e protezione nei luoghi di lavoro,

- organizzazione del lavoro.

Si avvale del contributo della comunità virtuale formata da tutti gli iscritti alla nostra newsletter.

 

Obiettivo: incrementare gli studi e la ricerca nel campo dell'ergonomia, attraverso il coinvolgimento diretto dei lavoratori come metodologia di ricerca e strumento di prevenzione.

 

La newsletter: RSPP (rassegna stampa dedicata ai temi dell'ergonomia e della sicurezza sul lavoro) è un osservatorio sui materiali che vengono pubblicati nei siti internet che si occupano di ergonomia e sicurezza sul lavoro.

Il SNS organizza dibattiti, seminari e convegni on line ed in presenza, coinvolgendo tutti coloro che al sito fanno riferimento; cura e diffonde la raccolta di materiali e documentazione. 


Salvami
Realizzato da Stefano Ostoni, dirigente FIM CISL di Milano. Dal sito web safewalking.it


Morti bianche

"Chiamatele pure morti bianche.

Ma non è il bianco dell’innocenza

non è il bianco della purezza

non è il bianco candido di una nevicata in montagna.

E’il bianco di un lenzuolo, di mille lenzuoli che ogni anno coprono sguardi fissi nel vuoto occhi spalancati dal terrore dalla consapevolezza che la vita sta scappando via.

Un attimo eterno che toglie ogni speranza l’attimo di una caduta da diversi metri dell'esalazione che toglie l’aria nei polmoni del trattore senza protezioni che sta schiacciando dell’impatto sulla strada verso il lavoro del frastuono dell’esplosione che lacera la carne di una scarica elettrica che paralizza il cuore.

E’ un bianco che copre le nostre coscienze e il corpo martoriato di un lavoratore E’ il bianco di un tramonto livido e nebbioso di una vita che si spegne lontana dagli affetti di lacrime e disperazione per chi rimane.

Anche quest’anno oltre mille morti

vite coperte da un lenzuolo bianco.

Bianco ipocrita che copre sangue rosso

e il nero sporco di una democrazia per pochi.

Vite perse per pochi euro al mese

da chi è spesso solo moderno schiavo."

Carlo Soricelli