Download
Valutazione rischio Stress Lavoro correlato: interessa a qualcuno? Sarebbe il caso di rivedere la normativa e verificare se vale la pena perdere tempo e denaro per un fattore di rischio inesistente
Una discussione lanciata sul gruppo Linkedin “Ambiente&Sicurezza” dall'ing.Riccardo Borghetto (Lisa servizi)
In merito alle tesi dell'ing.Borghetto.p
Documento Adobe Acrobat 228.2 KB

UNA CHECK LIST ED UN QUESTIONARIO PER LA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORO-CORRELATO

Download
Fattori di Benessere Organizzativo
Check list e questionario per la valutazione del rischio Stress Lavoro-Correlato.
FBO_rel.3.xls
Tabella Microsoft Excel 101.5 KB

Il Servizio Nazionale Studi e documentazione sull'ambiente di lavoro, ha promosso una sperimentazione per realizzare una chek list ed un questionario, da utilizzare per la valutazione dello Stress Lavoro-Correlato (SLC).

 

La sperimentazione condotta con metodo “open source” ha coinvolto RLS e lavoratori, DL, RSPP, MC, tecnici ed esperti della sicurezza. E' possibile scaricare la versione aggiornata della check list e del questionario.

 

La nuova check list permette di effettuare la valutazione preliminare utilizzando la metodologia INAIL (nel rispetto del livello minimo dell'obbligo), ed una seconda lettura dei dati (corretta utilizzando una versione semplificata della metodologia SVS), che consente un maggior approfondimento ed evita quelli che a nostro avviso sono gli elementi critici contenuti nella proposta INAIL:

- la lettura dei dati solo in funzione del proprio trend statistico;

- lo stesso peso assegnato a tutti gli indicatori.

Per qualsiasi dubbio sull'utilizzo di questi strumenti, o per essere affiancati in alcune fasi della valutazione, potete contattare la ns. segreteria info@rs-ergonomia.com

Uno dei problemi evidenziati con la sperimentazione, è rappresentato dalla necessità di personalizzare gli strumenti di valutazione adattandoli alle specifiche situazioni. A tale proposito vi invitiamo a consultare il documento dedicato alla sperimentazione

per una Valutazione dei Rischi soggettiva, attraverso la metodologia della formazione/valutazione.


Download
Recepimento dell’Accordo Quadro del Dialogo Sociale Europeo sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro.
Confindustria e CGIL, CISL e UIL hanno ufficialmente siglato una intesa che recepisce l’Accordo Quadro del dialogo sociale europeo sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro definito da Businesseurope, CEEP, UEAPME e ETUC il 26 aprile del 2007.
Accordo 25.01.2016.pdf
Documento Adobe Acrobat 677.8 KB

Diario delle iniziative

Servizio Nazionale Studi e documentazione sull'ambiente di lavoro


Amelia 3-6 Maggio 2016

Corso per RLS ESPERTI
organizzato con l'Ufficio Ambiente Salute e Sicurezza della FIM-CISL presso il Romitorio di Amelia:
- la partecipazione degli Rls alla valutazione stress-lavoro correlato;
- interventi ergonomici sull'organizzazione del lavoro;
- l'impatto del rischio in relazione alle differenze di genere e culturali.

Download
Esperienze europee in tema di rischi psicosociali
Di S. Iavicoli, E. Natali, M. Ghelli, V. Cafiero, M. Mirabile, B. Persechino (ISPESL).
fonte http://gimle.fsm.it
Esperienze europee.pdf
Documento Adobe Acrobat 44.4 KB
Download
INAS su stress e mobbing.pdf
Documento Adobe Acrobat 422.2 KB

Ciclo di 4 seminari: La valutazione dello SLC

Roma 22 Ottobre 2015

Pratica sindacale e legislazione per la valutazione dello SLC

5 Novembre 2015

La valutazione preliminare dello SLC

12 Novembre

La valutazione approfondita, differenze di genere e culturali

19 Novembre

Interventi di miglioramento

Download
Pratica sindacale e legislazione per la valutazione dello SLC
Gentile 22 ottobre.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 1.1 MB
Download
La valutazione preliminare dello SLC
Gentile 5 novembre.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 729.5 KB
Download
La valutazione approfondita dello SLC
Gentile 12 novembre.pptx
Presentazione Microsoft Power Point 813.1 KB
Download
Gli interventi di miglioramento
Gentile 19 novembre.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 611.5 KB

 

Amelia 21 Ottobre 2015

Formazione dirigenti Fim su innovazione organizzativa e sicurezza sul lavoro:

Pratica sindacale e partecipazione nella valutazione dei rischi;

i rischi organizzativi.

Download
Amelia 21 ottobre 2015: Formazione dirigenti Fim su innovazione organizzativa e sicurezza sul lavoro.
Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare
Paolo Gentile.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 2.4 MB

Roma 3 Dicembre 2014

Seminario di formazione e aggiornamento

TUTELA DELL'INTEGRITA' FISICA E DELLA PERSONALITA' MORALE NEL LAVORO CHE CAMBIA

S3 Opus, Via Dessié 4 - Roma


Il Servizio Nazionale Studi e documentazione sull'ambiente di lavoro sostiene la campagna europea 2014-2015: Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlato.

Download
Roma 3 dicembre 2014
Tutela dell'integrità fisica e della personalità morale nel lavoro che cambia
Paolo Gentile.pdf
Documento Adobe Acrobat 306.5 KB
Download
Il disagio lavorativo e la necessità di una legge regionale
Fernando Cecchini.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.2 MB
Download
Tutele e integrità nell’era della flessibita
Marco Immordino.pdf
Documento Adobe Acrobat 80.6 KB
Download
Tuteliamoci e contribuiamo al miglioramento
Walter Lamanna.pdf
Documento Adobe Acrobat 17.1 KB

Roma 8 aprile 2014

Seminario di formazione e aggiornamento

La percezione soggettiva nella valutazione del rischio stress lavoro correlato.

S3 Opus, Via Dessié 4 - Roma


Download
Metodo partecipativo per la valutazione e la gestione dello SLC
slides Arcuri.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 2.3 MB
Download
Sportello disagio lavorativo/mobbing
slides Cecchini.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 967.0 KB
Download
Un Treno carico di stress: una ricerca psicofisiologica sui macchinisti e i capitreno, un metodo a disposizione di tutti.
parte I.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'021.7 KB
Download
parte II.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.3 MB
Download
parte III.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.4 MB
Download
La valutazione soggettiva dello stress nei macchinisti e nei capitreno
Slides Marrucci.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 11.6 MB
Download
Stress lavorativo, resilienza ed efficacia lavorativa
F.Pellegrino, I.Furno, A.Gambino.pdf
Documento Adobe Acrobat 364.9 KB
Download
Stress e ben-essere in azienda: l'indice di resilienza
Slides Pellegrino.ppt.pps
Presentazione Microsoft Power Point 2.4 MB
Download
rs-ergonomia.com sostiene la campagna "Insieme per la prevenzione e la gestione dello SLC"
Guida campagna europea 2014-2015.pdf
Documento Adobe Acrobat 5.3 MB

Roma 12 novembre 2013

Seminario di formazione e aggiornamento

Metodologie di valutazione dello stress lavoro-correlato 


Palazzo Valentini - Sala Peppino Impastato

Via IV Novembre, 119/a - Roma

Download
Roma 12 novembre 2013
Relazione Gentile.pdf
Documento Adobe Acrobat 295.6 KB

Christian Nardella. Nel numero di febbraio 2013 di RSPP, al Rep. n. 20132601, abbiamo pubblicato un link che ci presenta

Christian Nardella, Patrizia Deitinger, Antonio Aiello,  

La valutazione dello Stress Lavoro-correlato nelle micro e piccole imprese: uno studio di validazione dello strumento “CSL” (Checklist sullo Stress Lavoro-correlato),

su Giornale Italiano di Medicina del Lavoro ed Ergonomia, 2011, Vol. 33, N. 3.

 


 Roma 16 aprile 2013

Giornate d’incontro sui temi dell’ergonomia e della sicurezza sul lavoro:

Stress lavoro-correlato: esperienze e proposte operative a due anni dall'avviamento dell'obbligo di valutazione.

Il seminario è riservato esclusivamente ai dipendenti dell’Azienda Policlinico Umberto I, che ospita l'iniziativa presso l'Aula Magna in Viale Castrense 9 (Roma)


 Roma 24 Gennaio 2013

Con il patrocinio della Provincia di Roma

SEMINARIO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO: 

Verifica della metodologia di Valutazione dello stress lavoro-correlato 

a due anni dall’entrata in vigore dell’obbligo di valutazione


Palazzo Valentini - Sala Mons. L. Di Liegro

Via IV Novembre, 119/a - Roma

Le Edizioni Palinsesto hanno pubblicato un e-book nella collana "Instant book" contenente gli interventi dei relatori al seminario del 24 gennaio 2013, ed interventi di altri esperti che non hanno potuto partecipare al seminario.

AA.VV.

Verifica della metodologia di valutazione dello stress lavoro-correlato

a due anni dall'entrata in vigore dell'obbligo di valutazione

Palinsesto 201

Con contributi di F.P.Arcuri, C.Ciacia, E.D’Antona, E.Cordaro, S.Fadda, P.Gentile, L.Livigni, N.Magnavita, A.Magrini, L.Marsella, F.Melis, A.Messineo, C.Nardella, F.Pacelli, G.Scano, G.Solinas, M.Russo.

 


La cassetta degli attrezzi

Download
Accordo europeo 8 0ttobre 2004.pdf
Documento Adobe Acrobat 50.9 KB
Download
marzo 2010
Coordinamento tecnico interregionale della Prevenzione nei Luoghi di Lavoro.
Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato.
Guida operativa.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.2 MB
Download
marzo 2010
ispesl proposta metodologica.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.6 MB
Download
18 novembre 2010
Indicazioni della Commissione consultiva per la valutazione dello stress lavoro correlato.
Contiene le indicazioni sul livello minimo di attuazione dell'obbligo di valutazione.
circolare del Ministero del Lavoro.pdf
Documento Adobe Acrobat 876.9 KB
Download
Edizione 2011
Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato.
Manuale INAIL SLC.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.9 MB
Download
gennaio 2012
Coordinamento Tecnico Interregionale della Prevenzione nei Luoghi di Lavoro.
Indicazioni per la corretta gestione del rischio e per l'attività di vigilanza secondo le indicazioni della circolare del 18 novembre 2010 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Rep. 20121406.pdf
Documento Adobe Acrobat 335.2 KB

 

Stress lavoro-correlato, documenti e focus sul sito INAIL Ricerca:

Segnaliamo il focus sullo stress lavoro – correlato ospitato tra gli approfondimenti e le ricerche del portale INAIL Ricerca.

La sezione chiamata “Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato” ospita una lunga serie di documenti.


Disponibile on line: Rapporti ISTISAN n. 12/19. Luglio-settembre 2012. 

Il numero è dedicato al

Corso di gestione del personale, qualità della vita di lavoro,

e stress lavoro-correlato;

realizzato presso l'Istituto Superiore di Sanità a Roma nel giugno 2011.

Curato da F.P. Arcuri e S. Caciolli, contiene tra gli altri articoli:

Cinzia Ciacia - Gestione dello stress organizzativo;

Lucilla Livigni, Andrea Magrini, Carmela Monteleone, Antonio Bergamaschi – Valutazione dello stress lavoro-correlato: modelli teorici e riflessioni sulla norma vigente;

Felice Paolo Arcuri – Un modello operativo per la valutazione dello stress lavoro-correlato;

Paolo Gentile – Un termometro per misurare la febbre nelle organizzazioni.


A proposito di stress lavoro-correlato

Per dovere di cronaca

Lorenzo Orlando, 44 anni, tecnico della Telecom Italia venerdì 3 aprile muore sul lavoro!

Si getta nel vuoto dal terrazzo (al 6° piano) al cortile della sede aziendale di Via Manuzio, nel quartiere di San Fruttuoso a Genova.

Lorenzo e’ fratello di mia moglie Danila. E per la differenza di eta’ e per il tempo condiviso il nostro rapporto e’ molto vicino a quello che intercorre tra “padre e figlio”. In quel volo, pertanto, muore anche una parte di me.

E’ per lui, per la sua memoria e per la sua dignità che - nonostante il dolore straziante che mi affligge - sto trovando la forza di scrivere questa nota. Nel rispetto della sua vita e del suo gesto estremo. 

La prima cosa che vorrei smentire e’ quanto riportato sulla cronaca genovese del Secolo XIX del 4 aprile 2015 (allegato). Non e’ vero che Lorenzo soffra abitualmente di crisi depressive. In oltre vent’anni di lavoro alla Telecom Italia… i giorni di assenza per malattia si contano sulle dita di una mano. La sua presenza al lavoro e’ regolare e continua. Lontano, quindi, dalla media italiana di 23 giorni annui di assenteismo sul lavoro, correlato al “mal di vivere”. Non solo. In vita sua non e’ mai stato in cura da specialisti in neurologia o psichiatria. Lo può confermare il suo medico che gli prescrive solo una settimana fa, per la prima volta in 44 anni, un leggero psicofarmaco perché da un po’ di giorni Lorenzo non riesce a dormire, a causa di un crescente stato di ansietà dovuto al lavoro.

Lorenzo, infatti, da quando aveva cambiato (a meta’ gennaio) ufficio e funzioni alla Telecom manifesta un’intensa preoccupazione di non farcela, di non essere in grado di svolgere i propri compiti. Il suo lavoro, purtroppo, si trasforma in una fonte di stress e paura. Causa principale di quei disturbi d’ansia e depressione che Lorenzo inizia ad avere. Ma non a palesare apertamente. Ad esempio mettendosi in malattia. Neppure se sta male. Forse per la paura di compromettere il mantenimento del posto di lavoro. Oppure per la sua etica un po’ “giapponese” del lavoro. 

Il disagio di Lorenzo inizia a manifestarsi con l’insonnia, la fatica di perseguire i molteplici interessi e un senso di inadeguatezza sul lavoro. Sono tipici disturbi depressivi che derivano da componenti sia biologiche, sia sociali. Nella sfera lavorativa questi disturbi possono essere favoriti dalla mancanza di supporto sociale e da problemi relazionali. Non ho elementi per valutare il contesto organizzativo e relazionale di Telecom Italia in cui Lorenzo lavora……… Al contempo non ho difficoltà ad affermare che sempre di più molti ambienti lavorativi esasperano la competizione, creando situazioni ansiogene e depressive o aggravandole nel caso siano già presenti in una persona.

Senza strumentalizzazioni, ma a ragion veduta, e’ ipotizzabile pertanto l’esistenza di un nesso causale tra la sua morte e il contesto lavorativo (con sempre meno persone per compiti e responsabilità crescenti) in cui operava negli ultimi mesi alla Telecom Italia. Una vicenda che a qualcuno fa ricordare la tragica sequenza di suicidi, di qualche anno fa, alla France Télécom o alla Renault.

Nelle ultime parole di Lorenzo, scritte su un foglio cartonato lasciato nella cucina di casa, si ritrovano le ragioni che lo hanno spinto al suicidio. La corrispondenza con i disturbi depressivi lavoro-correlati e’ impressionante: 

  1. L’alterazione dell'umore verso forme di profonda tristezza(“Mi tolgo la vita, non provo più nessuna passione”). 
  2. L’isolamento come incapacità di comunicare con gli altri (“a lavorare mi sono isolato da tutti”).
  3. La riduzione dell'autostima e il senso di colpa (“perdo la memoria, non sono in grado di fare il mio lavoro per causa mia”). 
  4. Il bisogno di autopunizione (“Non merito di vivere, un abbraccio vi voglio bene”).                                                                                                                                                                     Gianni Alioti